Perché l'artefatto Inca assomiglia a un aereo

Perché l'artefatto Inca assomiglia a un aereo

Gli antichi artefatti di varie civiltà attraggono l'attenzione degli scienziati di tutto il mondo. È sorprendente che in una tale fase iniziale queste persone avessero la consapevolezza che non avrebbero dovuto. Ad esempio, qual è la chiave dell'uccello d'oro degli Incas?

Gli uccelli d'oro oi piani Inca sono piccole figure dorate (5 cm di lunghezza), che sono state lasciate sulle tombe dei capi. Il metodo di analisi del radiocarbonio ha mostrato che apparivano intorno al 500 dC. e. Gli archeologi sono riusciti a ottenere 33 statuette, che ora si trovano nei musei.

Inizialmente, erano assegnati a simboli zoomorfi, poiché ritenevano che rappresentassero un certo animale (scale, occhi e denti possono essere distinti). Un giorno, lo zoologo Ivan Sanderson analizzò uno degli uccelli d'oro e si rese conto che non aveva mai visto una sola creatura vivente.

Perché l'artefatto Inca assomiglia a un aereo

Dopo, hanno guardato la figura dall'altra parte. E se fosse un aereo o un modello antico di un aereo a reazione con cabina incernierata? Tra le ipotesi c'erano anche gli apparecchi sottomarini e la navicella spaziale.

Naturalmente, l'ufologia non ha perso questa scoperta e ha iniziato a raccogliere prove a favore del fatto che si tratta in realtà di un modello antico dell'aereo. Inoltre, tali figure sono state trovate in diverse parti del pianeta da varie tribù antiche.

Inoltre, hanno iniziato a scrutare il Deserto Rosso sull'altopiano di Nazca. Il fatto è che i piloti del XX secolo notarono da un'altezza che la superficie di un pianoro piatto era coperta da disegni di varie creature, e la pianura stessa assomigliava a una pista.

Perché l'artefatto Inca assomiglia a un aereo

Hanno anche aggiunto conclusioni sull'analisi delle mummie degli Incas, dove si è detto che il sangue di queste persone era estremamente raro (nel mondo moderno ci sono solo un paio di persone con una tale combinazione di gruppi).

Nel 1994, Peter Belting, Konrad Lubbers e Algund Enbom hanno deciso di testare la figura per "volare". Presero il modello delle statuette Inca, che assomigliavano maggiormente all'aereo, lo aumentarono di 16 volte in conformità con tutte le proporzioni e aggiunsero un sistema di radiocomando con un motore. Sorprendentemente, il loro aereo è decollato ed è stato in grado di eseguire gli elementi più complessi nell'aria (come un anello morto).

Tali modelli di possibili aerei trovati in ogni momento. La scienza ufficiale ritiene che questo sia un tributo agli dei e il desiderio di mostrare forme animali. Ma gli ufologi credono che gli antichi Inca, come gli egiziani e molti altri popoli, fossero in contatto con l'intelligenza extraterrestre, avendo ricevuto conoscenza dagli alieni che furono persi durante la distruzione degli imperi.

Alcuni si sono addirittura azzardati a suggerire che gli Incas stessi usassero questi aerei (modelli di grandi dimensioni) per i voli tra i continenti. Ma non andremo ancora così lontano.

Commenti (0)
Ricerca