Il materiale cade in un buco nero alla velocità di 90.000 km / s!

Il materiale cade in un buco nero alla velocità di 90.000 km / s!

Un nuovo studio indica che un globulo di materia terrestre viene risucchiato in un buco nero a quasi un terzo della velocità della luce! La velocità della luce nel vuoto è 299792 km / s. Secondo la teoria della relatività speciale di Einstein, questa è la massima velocità per qualsiasi cosa attraversi il nostro Universo. Ora gli scienziati risolvono la materia con un indicatore di 90000 km / s, che è abbastanza veloce da attraversare la Terra due volte.

Un evento recente si è verificato nella galassia PG211 + 143, a 1 miliardo di anni luce da noi. I ricercatori l'hanno notato usando l'ESA XMM-Newton Space Telescope, osservando lo spazio nella luce dei raggi X.

Il materiale cade in un buco nero alla velocità di 90.000 km / s!

La struttura caratteristica del disco durante la modellazione della struttura del disco spostato attorno a un buco nero rotante

La formazione di tali enormi velocità è possibile, poiché i buchi neri sono dotati di campi gravitazionali incredibilmente potenti. Sono così forti che persino la luce non può sfuggire oltre il limite critico (l'orizzonte degli eventi). Esistono diversi tipi di buchi neri. I più influenti sono chiamati buchi neri supermassicci situati nella maggior parte dei nuclei galattici, inclusa la nostra Via Lattea.

Se abbastanza materia cade in un buco nero supermassiccio, la regione inizia a brillare in radiografie luminose, che vengono catturate a grandi distanze. Quindi questi oggetti sono indicati come quasar o nuclei galattici attivi. Ma la maggior parte dei buchi neri sono troppo compatti per estrarre il materiale (il più delle volte si tratta di gas) immediatamente. Invece, il materiale ruota intorno al buco nero, formando un disco di accrescimento. Il gas gira così rapidamente che diventa caldo e luminoso, generando la radiazione osservata.

Il materiale cade in un buco nero alla velocità di 90.000 km / s!

XMM-Newton Spacecraft

L'orbita del gas attorno a un buco nero viene spesso considerata combinata con la sua rotazione, ma non ci sono prove concrete a riguardo. Non è ancora chiaro come una rotazione impropria possa influire sul gonfiaggio del gas, che è particolarmente importante per l'alimentazione di buchi neri supermassicci. Il fatto è che la materia (nuvole di gas interstellare o stelle isolate) può cadere da qualsiasi direzione.

I membri del gruppo di ricerca ritengono che il gas sia stato spostato dalla rotazione del buco nero in PG211 + 143. In tali casi, i dischi di accrescimento possono essere ritorti o rotti. Se i dischi frastagliati sono una caratteristica comune, questo aiuterà a spiegare perché i buchi neri nell'Universo primordiale sono diventati così enormi. Tali buchi neri ruotano relativamente lentamente, il che consentirà di riscaldare più gas in un periodo di tempo più breve di quanto si pensasse in precedenza.

Commenti (0)
Ricerca