Due settimane di vita delle macchie solari

Due settimane di vita delle macchie solari

Vista di macchie solari in luce UV visibile ed estrema. Qui vengono mostrate le brillanti spirali che si estendono sulla zona attiva.

5 giugno, la NASA ha iniziato a osservare la regione attiva che ruota sotto il sole. Il satellite ha continuato la sorveglianza, notando la crescita, fino al 17 luglio il punto ha fatto una svolta e sparì dalla vista.

L'area attiva era chiamata AR12665. Ci sono voluti 13 giorni per completare il percorso osservato. Tali punti sono comuni sul Sole, perché la stella si sposta su un periodo di attività inferiore (minimo solare). Questo fa parte del ciclo standard di 11 anni.

I ricercatori annotano attentamente tali punti, perché con il loro aiuto si può capire il meccanismo interno del funzionamento stellare.

Il 9 luglio un flash medio apparve dal luogo. Queste sono esplosioni su una stella, che inviano energia e particelle ad alta velocità nello spazio. Era qualificata come di tipo M1. Il 14 luglio apparve il secondo flash medio di tipo M2. È durato più a lungo e trincerato per 2 ore. A questo punto, si verificò anche un'espulsione di massa coronale quando la velocità scese da 620 a 466 miglia al secondo.

Il 5 luglio 2017, il Solar Dynamics Observatory ha osservato che il territorio attivo stava girando. Il viaggio durò 13 giorni, durante i quali si notarono diversi focolai e il rilascio della massa coronale.

Questa osservazione contribuirà a creare previsioni più accurate delle tempeste solari e di altre attività stellari. Il 16 luglio, l'espulsione coronale raggiunse il nostro pianeta ed entrò in contatto con il campo magnetico. Il viaggio verso la tempesta solare è durato 2 giorni, il che ha portato a brillare.

Commenti (0)
Ricerca