La sonda di New Horizons si è risvegliata dal sonno elettronico

La sonda di New Horizons si è risvegliata dal sonno elettronico

La sonda NASA New Horizons è uscita dal suo sonno elettronico sabato sera per iniziare i preparativi per l'esplorazione tanto attesa del pianeta nano Plutone e dei suoi vicini nella fascia di Kuiper.

Il team di controllo di terra Johns Hopkins presso l'Applied Physics Laboratory di Maryland ha ricevuto un segnale radio alle 21:30. Questo fatto ha confermato che il veicolo spaziale si era risvegliato dal sonno elettronico dopo l'inizio del suo viaggio nel 2006.

"Questo è davvero un viaggio epico", ha detto il ricercatore Alan Stern ai giornalisti durante un incontro dell'American Astronomical Society il mese scorso.

"La missione New Horizons ha trascorso un totale di 1.873 giorni in modalità sleep", ha detto la responsabile delle operazioni di volo Alice Bowman.

Il team ha ora sei settimane per calibrare strumenti di veicoli spaziali, software di test, preparare registratori e testare altri sistemi prima che la fase principale dello studio inizi il 15 gennaio. Il veicolo spaziale si adatta all'approccio più vicino a Pluto il 14 luglio.

Plutone, che era considerato un pianeta quando New Horizons lanciò la sua missione, ora è conosciuto come un pianeta nano, una delle migliaia situate oltre l'orbita di Nettuno nella inesplorata fascia di Kuiper.

Gli scienziati ritengono che gli elementi costitutivi dei pianeti si trovino nella fascia di Kuiper. New Horizons sarà il primo veicolo spaziale ad esplorare Plutone.

"La nostra conoscenza di Plutone è molto scarsa ... nonostante le nostre moderne tecnologie", ha aggiunto Stern. "New Horizons scriverà un libro di testo sul sistema di Plutone e Cinture di Kuiper."

Commenti (0)
Ricerca