In che modo l'acqua cambia la storia dell'origine lunare?

In che modo l'acqua cambia la storia dell'origine lunare?

A volte è sorprendente la differenza che otterremo se aggiungessimo l'acqua ordinaria a un processo. La luna apparve 4,4-4,5 miliardi di anni fa, dopo che un oggetto delle dimensioni di Marte si schiantò sul nostro pianeta. Questo colpo formò un disco di materiale incandescente e parzialmente evaporato che ruotava attorno al pianeta neonato. Di conseguenza, si è raffreddato e il nostro satellite è apparso.

Per molti anni, gli scienziati hanno creduto che dopo l'impatto, l'idrogeno ottenuto dalle molecole d'acqua fuggisse dal disco e andasse nello spazio. Ciò porterebbe ad una luna secca, che corrispondeva all'analisi dei campioni. Ma uno studio approfondito della chimica lunare mostra che potrebbe essere più umido, il che significa che sorgono domande sul processo della sua formazione.

I ricercatori sono stati in grado di creare modelli dettagliati per determinare se ci potrebbero essere teorie sulla formazione lunare che spiegherebbero la presenza di acqua e la mancanza di altri elementi volatili come il potassio e il sodio. Hanno usato diverse condizioni di temperatura e il volume d'acqua nel disco che forma il satellite. A un riscaldamento più elevato, le coppie di silicati create dall'evaporazione del mantello proto-terrestre e il percussore hanno prevalso. A temperature più basse, l'acqua ha prevalso sul disco, ma l'idrogeno non è stato rilasciato, il che non rende il processo abbastanza efficiente.

Tuttavia, è positivo che i modelli creati finora corrispondano alla variante con un batterista. Ma significa anche che dovremo cercare altri motivi per cui ci sono così pochi elementi di potassio, sodio e altri elementi volatili sulla luna. Forse erano presenti inizialmente sul satellite e si sono spostati nello spazio più tardi.

Commenti (0)
Ricerca