Il telescopio spaziale Chandra ritorna al suo solito lavoro

Il telescopio spaziale Chandra ritorna al suo solito lavoro

La visione artistica dell'Osservatorio a raggi X Chandra della NASA nell'orbita terrestre. Il telescopio è tornato al lavoro il 21 ottobre 2018, 11 giorni dopo i problemi con il giroscopio

Il Chandra Radar Observatory della NASA ha affrontato un problema tecnico che lo ha portato in modalità sicura 2 settimane fa. Questo errore si è verificato in un giroscopio che supporta l'orientamento del dispositivo. Il problema si è verificato il 10 ottobre. Ma i membri della missione furono in grado di stabilire una nuova configurazione del giroscopio e Chandra riprese le operazioni scientifiche il 21 ottobre.

Il team ha avviato molte manovre per cambiare la direzione e l'orientamento della navicella e confermare che i giroscopi si comportano come previsto. Durante la settimana, gli scienziati raccolgono dati per mettere a punto le prestazioni della nuova configurazione del giroscopio. Alla fine, gli ingegneri aggiorneranno la patch del software per applicare le impostazioni necessarie per il computer di bordo. Chandra ha studiato il paradiso ai raggi X dal 1999, quando ha lanciato nell'orbita terrestre a bordo dello space shuttle Columbia. Nel corso degli anni, il dispositivo ha fatto molte importanti scoperte, aiutando gli astronomi a osservare la formazione di ammassi giganti di galassie e a mostrare la distribuzione di misteriose materie scure nello spazio.

Chandra è uno dei quattro veicoli spaziali lanciati dal 1990 al 2003. come parte del programma Big Observatory della NASA. Gli altri tre sono Hubble, Spitzer e Compton (CGRO). Il fallimento del giroscopio portò alla missione Compton che terminò 9 anni dopo nel 2000. Recentemente, a Hubble sono capitati problemi, anche se si prevede che tornerà alla solita ricerca scientifica.

Commenti (0)
Ricerca